• prezzo e qualita'
  • perché un SO pubblicoun software pubblico perché i software di oggi sono tutti in mano ai privati
  • software piratacon un software pubblico potrebbero accedere anche i meno abbienti, riducendo in questa maniera il ricorso ai software pirata
1 2 3
joomla slideshow by WOWSlider.com v8.2

windows

linux

o sistema operativo pubblico?

PUBLIC SOFTWARE

il software finanziato dallo Stato

                              PETIZIONE

Petizione riguardante il software e relative licenze d'uso, circa una mancanza ormai sempre piu' penalizzante per l'utente: quella della pubblica amministrazione. Perchè le software house al giorno d'oggi sono tutte in mano ai privati, quando invece i servizi offerti sono vere e proprie pubbliche utilità, come i sistemi operativi per PC, i browser per navigare, editori di testo, programmi di lavoro per scuole eccetera. Il danno per il cittadino è grande, venendo a mancare quelle peculiarità tipiche del servizio pubblico che un privato non può offrire, come la trasparenza nella gestione, il non lucro sull'attività svolta, la possibilità di accedere a fondi governativi che permetterebbe una qualità che i software free, che vivono di donazioni, non hanno. Per questi motivi si chiede al Parlamento Europeo di destinare dei fondi a questo scopo, per sviluppare per esempio un sistema operativo pubblico che competa con quelli attuali, che non sono vantaggiosi: da un lato Microsoft, che pur presentando un prodotto valido, risulta troppo esoso; dall'altro Linux che al contrario è gratuito ma ha un basso livello qualitativo. Il tutto nell'ottica di offrire un servizio alla cittadinanza, dando un'alternativa alla logica del profitto adesso imperante in questo settore di (ormai) vitale importanza della nostra vita quotidiana.

https://www.change.org/p/al-parlamento-europeo-finanziamento-per-il-software-pubblico

software pubblico e software privato

le categorie del software, al giorno d’oggi (http://it.wikipedia.org/wiki/Licenza_%28informatica%29). Ne manca una, quella del software pubblico

 

La distinzione tra software pubblico e privato è fatta guardando a chi gestisce ed elabora (e a chi finanzia i costi ed incassa i ricavi) il software, se un pubblico amministratore oppure un privato. La casella di destra è vuota perché al giorno d’oggi il settore pubblico non ha avviato nessuna iniziativa a riguardo. La mancanza è dovuta anche alla finta gestione pubblica delle licenze Open Source e degli enti senza scopo di lucro, per cui tante realtà come Firefox, Wikipedia eccetera danno la percezione di essere una “cosa” pubblica e senza lucro quando in realtà si tratta di enti privati e a scopo di lucro a tutti gli effetti

 

discussione sul software pubblico


 

Maurizio Ceravolo

14 feb 2015
+Francesco Barnaba non so le motivazioni del NO di +Martino Mosna ma ti posso dare le mie.Perchè le software house al giorno d’oggi sono tutte in mano ai privati, quando invece i servizi offerti sono vere e proprie pubbliche utilità, come i sistemi operativi per pc, i browser per navigare, editori di testo, programmi di lavoro per scuole eccetera.La storia dell’ultimo secolo ci insegna che il privato è molto più efficiente del pubblico. Non solo in Italia, ma nel mondo.
Se ci pensi in Italia molti dei colossi industriali sono ex pubblici, e sono stati messi sul mercato per la competizione globale, per fare cassa e per il fatto che i carrozzoni statali sono sempre inefficienti e immobili.Se pensi che l’alfa romeo era statale ed era ad un passo del fallimento.
Comunque anche senza scomodare queste questioni, se i comuni finanziassero un sistema operativo, sarebbero soldi buttati dalla finestra.
Attualmente al mondo ci sono tre sistemi operativi con una buona diffusione. Windows, MacOs e Linux a livello consumer. Tutto il resto è relegato a micro nicchie.
Nel mondo mobile ci sono tre sistemi operativi Android, IOs e Windows Phone. Tutto il resto…. è noia (cit.).
Ibm che ha soldi a non finire è uscita dal mercato degli os consumer 20 anni fa, malgrado avesse un ottimo os. Samsung ci sta provando  da tempo nel mobile con Tizen, ma non se lo caga nessuno.
Il motivo è l’ecosistema. Tutto quello che c’è intorno all’os.
Se anche venisse sviluppato un os del genere, non lo userebbero nemmeno i comuni perchè non troverebbero in giro nemmeno un utility di compressione, e non ci girerebbe nessuno dei software sviluppati negli per la pubblica amministrazione.
I cittadini? Non lo userebbero nemmeno loro. Anche perchè molti non sanno nemmeno che è un OS. E non percepiscono nemmeno il costo. Perchè quello che vedono girare è il computer, quelle icone è il computer. E loro comprano il computer è trovano l’OS. Che ha un costo minimo con l’hardware. Aggiungi che Windows 10 sarà un upgrade gratuito per chi ha già Windows 8, sarà gratuito per i tablet fino 10 pollici e probabilmente in futuro Windows sarà rilasciato as a service come sta diventando Office, in bundle con altri servizi, in pratica nessuno si preoccupa del costo dell’OS.
Non dico solo in Italia, ma in Europa non abbiamo un motore di ricerca, un social network, un aggregatore di notizie che…
.
>>>> in pdf
 

le illegalità di Stallman: la Free Software Foundation

le illegalità di Stallman:
da una parte fonda una associazione non profit

The Free Software Foundation (FSF) is a nonprofit with a worldwide mission to promote computer user freedom and to defend the rights of all free software users

dall’altra invece permette agli aderenti di trarre profitto, venendo meno alla regola del non profitto

…dal momento che il software libero non è una questione di prezzo, un basso prezzo non vuol dire che il programma sia più libero o più vicino ad esserlo. Perciò se state ridistribuendo copie di software libero, potreste anche venderle ad un prezzo consistente e guadagnarci. Ridistribuire il software libero è una attività buona e legale; se la fate, potete anche trarne profitto.

http://www.gnu.org/philosophy/selling.it.html

 

profit

 

un giocatore della Free Software Foundation: sulla maglietta porta il n. 15 e sui pantaloncini il n. 14

una piazza privata

 

 
il mondo reale, un misto di pubbico e privato
il web: non c’è ancora il concetto di cosa pubblica, come per esempio una piazza

dal web:

"Il computer è una delle cose più importanti nella nostra società occidentale. Quasi ogni cosa che facciamo viene gestita da computer (prenotazioni, anagrafe, borsa). I computer e in particolare internet permettono di condividere informazioni in pochissimo tempo e a basso costo."

Il settore pubblico non se ne è ancora accorto, tanto che le software-house sono al 100% in mano ai privati (o più semplicemente il privato arriva sempre prima del pubblico)